venerdì 13 febbraio 2009

Germogli che passione!

Per rendere più vivace un'insalata o per fare dei crostini saporiti uso spesso i germogli di rapanello.
I germogli sono una grande fonte di energia e una miniera di sostanze e di sali minerali utilissimi per mantenerci in salute.
Produrseli da soli è molto divertente e facile.
Se non si possiede un germinatoio, si possono usare i piattini o i contenitori di vetro a bordi bassi.
Mettere a bagno i semi per una notte in acqua a temperatura ambiente. Riporli al buio e poi, al mattino scolarli bene e adagiarli su dell'ovatta bagnata e posta nel contenitore scelto. Bagnare 2 volte al giorno e riporre sempre al buio fino a che non avremo la gioia di vederli germinare.
Per il germogli di rapanello sono sufficienti tre giorni e poi si possono tenere alla luce così diventano più verdi e di sapore più intenso.

2 commenti:

Barbara ha detto...

Ero curiosa di sapere come si preparassero in casa i germogli: grazie, sei stata decisamente esaustiva. Dove si trovano però... i semi adatti per poter essere germinati? Grazie!!

zizì ha detto...

Grazie per essere passata sul mio blog.
I semi ,ovviamente non trattati, si comprano nei negozi di alimenti naturali o, se hai difficoltà a reperirli, tramite internet.